25 indicatori produttivi di cui abbiamo veramente bisogno

metrics that matter

Misurare in maniera efficace gli indicatori produttivi non e’ semplice come sembra. Gli indicatori devono essere allineati agli obiettivi strategici, i quali devono essere “SMART”—Specifici, Misurabili, Agibili, Realistici, Tempificati. Chiaramente la S e la M sono relativi proprio agli indicatori.

Nel miglioramento continuo in produzione, ogni obiettivo richiede, per il controllo, piu’ indicatori. Qui sotto una lista di 25 indicatori indispensabili per misurare. gli aspetti piu’ importanti della produzione.

A) Migliorare l’esperienza e la reattivita’ dei clienti

A1. On-Time Delivery –

E’ la percentuale di ordini consegnati in orario ai clienti

A2. Tempo ciclo –

E’ il tempo necessario per consegnare un prodotto, dal momento dell’ordine a quello della consegna al cliente.

A3. Tempo necessario per setup/attrezzaggi/cambi formato –

E’ il tempo necessario ad eseguire gli attrezzaggi delle macchine (per es. per il cambio formato o il cambio campagna)

B) Migliorare la qualita’

B1. Resa della produzione –

E’ la percentuale di prodotti realizzati correttamente al primo colpo (senza rilavorazioni o scarti).

B2. Resi cliente

E’ la misura di quante volte i clienti rifiutano un prodotto, oppure richiedono di poterlo rendere, in base al fatto che lo ritengono fuori specifica.

B3. Qualita’ in ingresso

Percentuale di materiali conformi consegnati da un dato fornitore.

C) Efficienza nel miglioramento

C1. Produttivita’

Misura quanti pezzi vengono prodotti su una macchina, linea, reparto o stabilimento, nell’unita’ di tempo.

C2. Saturazione

Indica la percentuale della capacita’ produttiva totale effettivamente utilizzata.

C3. Overall Equipment Effectiveness (OEE)

E’ un indicatore multi-dimensionale: risulta da:

disponibilita’ x velocita’ x qualita‘.

Si puo’ riferire a una macchina singola oppure a una intera linea di produzione.

C4. Rispetto del piano di produzione

E’ la percentuale di ordini realizzati nelle tempistiche pianificate.

D) Ridurre le giacenze

D1. Giacenze e rotazione del magazzino

Valore delle giacenze dei materiali a magazzino e rotazione (rapporto tra costo del venduto e giacenza media).

E) Garantire la conformita’

E1. Numero di infortuni

Numero di infortuni sul lavoro nell’unità di tempo.

E2. Numero di incidenti ambientali

Numero di incidenti salute e sicurezza che sono stati registrati nel periodo di tempo considerato.

E3. Numero di di non conformità – Eventi / Anno

Numero di volte in cui un impianto  funziona al di fuori delle normali regole di conformità regolatorie nel corso di un periodo di un anno. Questi non conformità devono essere pienamente documentate in quanto a non conformità,  motivi, e risoluzioni.

F) Ridurre la manutenzione

F1. Percentuale Manutenzione Programmata vs. emergenza – Ordini di lavoro–

Questa metrica è un indicatore di quanto spesso la manutenzione programmata avviene, rispetto alla più dirompente manutenzione non pianificata.

F2. Tempo di fermo VS tempo operativo

E’ il rapporto tra il tempo totale di fermo macchina e il corrispondente tempo operativo.

G) Aumentare Flessibilita’ e Innovazione

G1. Tasso di introduzione nuovi prodotti –

Indica quanto rapidamente i nuovi prodotti vengono introdotti sul mercato e comprende tipicamente una combinazione di tempi di design, sviluppo e avvio della produzione.

G2. Tempo ciclo per le modifiche tecniche –

E’ la misura della rapidita’ di implementazione delle modifiche tecniche.

H) Ridurre i Costi e aumentare i profitti

H1. Costo totale di produzione esclusi i materiali –

Questa è una misura di tutti i costi di fabbricazione potenzialmente verificabili per la produzione di un una unità di prodotto .

H2. Costo di produzione (% del fatturato)

Rapporto tra i costi totali di produzione e i ricavi complessivi prodotti da una unità di produzione o da una business unit.

H3. Margine operativo netto –

E’ il profitto netto finanziario per l’investitore/azionista.

H4. Fatturato per dipendente –

Questa è una misura del fatturato  generato da un impianto, business unit o società, diviso per il numero di addetti relativi.

H5. Margine di contribuzione unitario medio –

E” dato dal profitto generato, diviso per i volumi di produzione.

H6. Ritorno dell’investimento –

Rapporto tra il reddito netto di un impianto di produzione o business unit e il valore delle immobilizzazioni e del capitale circolante distribuito.

H7 Costo dell’energia per pezzo prodotto –

E’ il costo dell’energia necessaria a produrre una unita’ di prodotto .

H8. Tempo medio di incasso –

E’ il tempo medio intercorrente tra la consegna dei prodotti e l’effettivo pagamento degli stessi.

H9. EBITDA –

E’ l’acronimo di Earnings Before Interest, Taxes, Depreciation, and Amortization.E’ il profitto al netto di: tasse , deprezzamenti, ammortamenti.

H10. On-Time delivery In Full ordini cliente –

E’ la percentuale di ordini cliente spedti in quantita’ e tempi richiesti.

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.8/5 (4 votes cast)
25 indicatori produttivi di cui abbiamo veramente bisogno, 4.8 out of 5 based on 4 ratings

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

What is or was new

© 1999 Massimiliano Chichi
Powered by WordPress