Alitalia e la grande cordata

Negli ultimi mesi l’argomento Alitalia è stato sulle prime pagine per svariati motivi: prima lo spettro del fallimento, poi la decisione di vendere, quindi il piano di riduzione costi con lo smantellamento della presenza a Malpensa e l’offerta Air France. Infine sono arrivate le elezioni, che hanno portato al ritiro di Air france dalla corsa.

Alla fine della campagna elettorale, coup de theatre, è stata annunciata da Berlusconi la ormai famosa cordata italiana (“anche i miei figli aderiranno…”). Tutti gli “indiziati” di far parte di questa cordata si sono tirati immediatamente indietro o si sono trincerati dietro un eloquente “no comment”. Questa sparata è diventata in breve tempo una delle barzellette più gettonate sul Cavaliere. Ma ora si è capito che non era una balla: la cordata esiste! LA CORDATA SIAMO NOI!!! Anche tu che stai leggendo, se contribuisci anche minimamente alle spese dello stato (basta comprare un gratta e vinci) sarai “azionista” dell’Alitalia. Non la vuoi? Preferisci buttare i soldi nel cesso? Non importa, te la terrai lo stesso. E non pensare di poter decidere qualcosa sulla gestione!!! I dirigenti ovviamente rimarranno sempre gli stessi, e ovviamente verrà perpetuato all’infinito anche il “sistema Alitalia”: assumiamo chiunque, basta che sia raccomandato.
L’Italia è veramente alla deriva.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
Alitalia e la grande cordata, 5.0 out of 5 based on 1 rating

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close