Ottimizzazione delle scorte: 3 nuovi trend

L’ottimizzazione delle scorte resta una sfida chiave nella gestione della supply chain al giorno d’ oggi, in gran parte a causa della globalizzazione. Assegnare una fornitura  di prodotti adeguata alle esigenze dei clienti in una catena di approvvigionamento lunga e complessa non è un compito facile. Mercati volatili, partner deboli e catene di fornitura sempre più complesse pongono problemi. Senza una visione chiara e end-to-end del vostro inventario in tutta la catena di approvvigionamento, è molto più vulnerabile alle interruzioni e il rischio.
Secondo un recente  rapporto  sulle catene di approvvigionamento , la maggior parte delle aziende si troveranno ad affrontare una crisi di filiera ogni quattro o cinque anni. Ottimizzando i processi di inventario e di supply chain, non solo si aiuterà scongiurare queste crisi, ma potrai ridurre gli sprechi e aumentare la redditività. Qui presentiamo alcune nuove tendenze di ottimizzazione che  aiutano a mantenere i volumi di magazzino sotto controllo.

1) Pianificazione Multi-livello

In passato, gli approcci di pianificazione delle scorte tradizionali concentrati su ottimizzazione delle scorte per ogni singolo punto della catena di fornitura. Sempre più aziende, tuttavia, stanno vedendo i benefici aggiuntivi da un approccio a più fasi, in cui le scorte sono ottimizzate attraverso l’intera supply chain. Questo approccio permette di capire la migliore posizione nella catena di approvvigionamento in cui porre le scorte e determinare le quantità di scorte di sicurezza che  si dovrebbero avere ad ogni livello. La pianificazione multi-stadio semplificherà notevolmente i processi, con conseguente riduzione dei costi e miglioramento del servizio.

2) Pianificazione avanzata

Funzionalità di pianificazione avanzate consentono di coordinare l’offerta di prodotto, la domanda, i tempi di consegna e la disponibilità del prodotto per misurare i volumi di magazzino in diversi luoghi e orari. Questo aiuta a valutare scenari ‘what-if’ e analizzare l’impatto sulla intera supply chain. Utilizzando dati in tempo reale, è possibile monitorare con precisione le posizioni di inventario in tutta la catena di approvvigionamento, identificare Deviazioni dagli obiettivi predeterminati e regolare la strategia di inventario di conseguenza.

3) Segmentazione

Molte aziende operano con una strategia “one-size-fits-all“. La segmentazione richiede invece una comprensione profonda di come i clienti stanno acquistando prodotti e servizi e permette di avvicinarsi a ognuno in modo mirato. Avendo una migliore comprensione dei vostri clienti e dei prodotti, è possibile personalizzare i tempi di consegna e rinviare l’inventario molto più indietro nella supply chain (o nel value stream), riducendo i costi di trasporto, movimentazione e stoccaggio. Non importa quale sia il vostro approccio, il valore per il cliente deve essere sempre un fattore chiave nella strategia operativa.
Ottimizzare l”inventario attraverso processi di gestione e pianificazione migliori è uno dei primi passi verso il raggiungimento di redditività e di crescita. Tuttavia, ogni azienda è diversa e richiede una soluzione unica e un approccio end-to-end. E ‘fondamentale lavorare con partner che hanno affrontato le sfide presentate da complesse catene di approvvigionamento globali. Con l’adozione di strategie di ottimizzazione delle scorte nei processi di pianificazione, è possibile ridurre notevolmente i costi di inventario, ridurre gli sprechi e aumentare l’efficienza della supply chain.

VN:D [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (3 votes cast)
Ottimizzazione delle scorte: 3 nuovi trend, 5.0 out of 5 based on 3 ratings

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

What is or was new

© 1999 Massimiliano Chichi
Powered by WordPress