Late adopter

Qualche tempo fa ho letto un articolo riguardante l’importanza di essere un “early adopter”, ovvero uno di quei pionieri che utilizzano per primi una determinata tecnologia. L’articolo si riferiva, con poca fantasia devo dire, all’utilizzo dell’iPhone. Per essere early adopter bisogna avere molte qualità, che in genere sono proprio quelle che si perdono con l’avanzare dell’età.

[ad]

Ma chi è veramente capace di essere un “late adopter“, ovvero chi riesce ad utilizzare le tecnologie quando nessun altro le usa più? Io ho una buona esperienza personale da raccontare: pur essendo il computer il mezzo principale di lavoro (oltre al cervello) mi sono ridotto ad utilizzarne uno che compie tra poco la veneranda età di 8 (otto) anni! Se andiamo a guardare la configurazione c’è di che far impallidire qualunque ragazzino smanettone:

CPU: Intel Celeron II, 766 MHz (11.5 x 67)
Chipset scheda madre: VIA VT8601 Apollo ProMedia / VT8601A Apollo PLE133
Memoria di sistema: 128 MB (SDRAM)
Scheda video: Trident Video Accelerator CyberBlade-i1 (4 MB)
Unità disco: IBM-DJSA-210 (10 GB, 4200 RPM, Ultra-ATA/66)
Unità ottica: LG CD-ROM CRN-8243B (24x CD-ROM)

Una domanda sorge spontanea: “ma riesci a lavorare?”. La risposta è “sì (purtroppo)”! Ma bisogna utilizzare tutta la propria esperienza, non cercare di fare cose troppo grosse, e, soprattutto, avere una buona dose di pazienza.

[CONTINUA PROSSIMAMENTE]

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

What is or was new

© 1999 Massimiliano Chichi
Powered by WordPress